Sole d’Autunno

Alla bellezza del viso stanco,

A quelle profondità viola che portano segnate la stanchezza del lavoro, del sonno veloce e profondo, quello che ti sorprende non appena le ossa toccano una superficie molla e accogliente.

A quella pelle che sul collo sembra lasciare memoria dei respiri, tutti. E si scava.

Alla gratitudine che scende nell’Anima, in quella parte nascosta che entra nell’estasi del piacere delle giornate pesanti, quelle dove stare a terra è necessario. Quelle delle sei al mattino, delle sveglie che spegni subito. In quei pezzi di storia dove il punto di arrivo segna sempre una nuova meta di partenza, una strada calpestata composta da quegli anni passati nel sacrificio, che ora a guardargli portano solo un sorriso.

Ai miei anni, alle foglie che in ogni autunno scendono dalle foglie. Alla mancata paura di perdere la bellezza, alla voglia di esplodere con eleganza nell’Universo.

Ai sorrisi, al tempo che cambia. Alle perdite, alle nuove conquiste. Al fascino, allo stupore.

Ai miei capelli, lunghi al sole, alla luna e al vento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...