DNA

L’ho sentita.

Ho dovuto trovare il coraggio, raccolta nel buio, davanti al profumo del fuoco rosso ardente, circondato dalla cenere e qualche pezzo di carbone tutto nero.

Ed è come se fosse una rincorsa, due voci, due motivi diversi che veloci attraversano l’aria formando un gioco di movimento.

L’una urla quando l’altra prega in ginocchio. Poi fugge e si nasconde aspettando ansiosa di essere scoperta.

Poi le ho viste cavalcare il tempo e sussurrarsi delle parole che non hanno mai compreso. Solcare su campi di girasoli fioriti d’inverno e addormentarsi per un attimo prima di una nuova fuga.

All’incrocio di quelle strade poi, le ho viste arrivare vicine. Una delle due, ad un tratto, con aria silenziosa ed innocente si è voltata per tornare indietro . E l’altra, beh quella si è nascosta dietro un vetro appannato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...