19 minuti

Durante queste notti, non ho ancora visto una stella cadere dal cielo.

Le uniche che so di avere sempre vicine, me le sono appiccicate addosso, con l’inchiostro nero.

Portano il profumo della vita, racchiudono il senso della saggezza che si legge lungo le linee della mano, aprono l’orecchio all’eco di voci spente.

Sono le uniche a non essersi sbiadite a contatto con la mia pelle. Le stesse che non mi hanno mai tradita, quelle che mi salvano durante i periodi in cui non sono capace di accendere una luce, per illuminarmi il cammino, le uniche ad avermi consolato quando ho fatto finta di non avere dolore sparso in qualche parte del corpo.

Alle stelle.

Ai loro nomi che gelosamente tengo nascosti.

Alle sere d’estate, umide e piene di luci in cielo che hanno deciso di non cadere sotto i miei occhi.

Ai sogni.

Ma anche ai desideri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...